Coppa Sant’Agata, rifugiati e richiedenti asilo oggi in gara

Un gruppo di 16 richiedenti asilo e rifugiati correrà la Coppa Sant’Agata, evento sportivo più importante all’interno delle celebrazioni legate alla famosa Festa di Sant’Agata a Catania. Lo sport rappresenta uno strumento potente di integrazione, capace di abbattere le barriere dell’indifferenza e diventare antidoto concreto all’emarginazione. Per questo motivo l’Agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati (Unhcr) ha voluto facilitare la partecipazione dei 16 corridori alla corsa, ottenendo il supporto del Comune di Catania, del Comitato S. Agata e della Federazione dell’Atletica Leggera in Italia (Fidal) che hanno facilitato le procedure di iscrizione, superando così ostacoli di natura burocratica ed economica che troppo spesso impediscono l’accesso allo sport a richiedenti asilo e rifugiati. Il team comprende uomini e donne richiedenti asilo e rifugiati e minori non accompagnati provenienti da Paesi diversi. Alcuni di loro sono già integrati nelle realtà sportive del territorio di Catania, chi a livello agonistico, e chi come hobby, altri invece riprenderanno per la prima volta l’attività sportiva dopo la fuga dal loro paese. La ‘Coppa Sant’Agata’ avrà inizio alle 15 dal Palazzo della Cultura, e gli atleti percorreranno i 10 km del centro storico, assieme ad altri 250 concorrenti. La premiazione della corsa avverrà alle ore 17 e vedrà premiate dal Coni tutte le 24 discipline sportive legate alla Festa di Sant’Agata.

Annunci

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.