Razzismo, migranti minorenni picchiati e insultati nel Palermitano

Prima gli insulti, poi le minacce e le botte. Davanti alla spiaggia Ciammarita a Trappeto (Palermo), dove avevano trascorso una giornata al mare, nella notte del 14 agosto quattro migranti minorenni ospiti di una comunità d’accoglienza a Partinico nel Palermitano sarebbero stati picchiati. Gli aggressori si sarebbero avvicinati ai ragazzi mentre aspettavano il pulmino che li avrebbe riportati nella struttura: prima gli insulti, a cui sarebbero seguite le minacce e infine due di loro sarebbero stati malmenati. Quando poliziotti e carabinieri, allertati da alcuni testimoni, sono giunti sul posto per la segnalazione di una rissa, però, non hanno trovato nessuno. Adesso gli investigatori sono al lavoro per rintracciare gli aggressori e ricostruire l’esatta dinamica dei fatti.  Il mese scorso in piazza Santa Caterina a Partinico un giovane senegalese di 19 anni, Khalifa Dieng, fu pestato da due giovani finiti poi ai domiciliari con l’accusa di lesioni aggravate dall’odio razziale. Picchiato a sangue solo per il colore della pelle. 

Annunci

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.