Adrano, il “colpo di grazia” di Ferrante prima di uscire di scena: 443 mila euro per una parcella

Come un “colpo di grazia” finale prima di lasciare per sempre l’incarico di sindaco. Non bastavano i 42 milioni di euro lasciati come “cadeau” a tutti i cittadini adraniti e spalmati per i prossimi 20 anni, a perenne memoria dei disastri economici che una amministrazione è capace di realizzare. Prima di andare via definitivamente dopo due mandati consecutivi, il sindaco Ferrante e gli assessori della sua giunta hanno firmato il via libera al pagamento di 443.425,02 euro relativi al pagamento delle prestazioni di un legale di prestigio. Da quanto si legge nella delibera di approvazione la somma è frutto di una transazione. Anche questa somma verrà spalmata negli anni: 43 mila subito e poi 100 mila euro ogni anno fino al 2022. La delibera è datata 8 giugno 2018.

Ecco perché il sindaco Ferrante è uscito di scena in punta di piedi e dalla porta secondaria mentre fuori il clangore della campagna elettorale era da tutti avvertito. Si sbagliava chi pensava che  il silenzio fosse stato una benevola, sebbene incomprensibile, concessione alla coalizione che sosteneva il candidato Aldo Di Primo e della quale faceva parte anche il suo gruppo. L’oblio imposto a se stesso dall’ormai ex primo cittadino era legato agli ultimi atti amministrativi che zavorrano ancora di più il bilancio dell’amministrazione comunale. Un solo mandato di pagamento – pagato in rate – per oltre 440 mila euro. Se pensate che in questi giorni il neo sindaco D’Agate ha aperto un dibattito sui social per chiedere ai cittadini come impiegherebbero 21 mila euro, vi renderete conto dell’enormità della cosa. La cifra che Ferrante ha fatto pagare ad un professionista è venti volte tanto 21 mila euro. Un colpo di grazia e poi via a gambe levate.  

Annunci

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.