Catania, migrante bambino sulla nave: “Voglio raggiungere mio fratello”

Si era imbarcato a Tunisi, nascondendosi sotto un semirimorchio, per raggiungere il fratello in Italia: un bambino, all’incirca di 12 anni, è stato trovato a bordo della motonave Catania dalla polizia di frontiera di Salerno. Gli agenti hanno notato il ragazzino, solo e impaurito, sul ponte della nave appena attraccata. Si sono così avvicinati per rassicurarlo e, dagli accertamenti, è emerso che si era imbarcato di nascosto. Il bambino ha detto agli agenti che voleva raggiungere il fratello, a suo dire ospite di una comunità per minori di Palermo, e di non essere riuscito a scendere dalla nave in Sicilia. I poliziotti, dopo aver rifocillato il ragazzino e dopo averlo fatto visitare dal medico di bordo, su disposizione del Tribunale per i minorenni di Salerno, lo hanno affidato a personale dei servizi sociali del Comune di Salerno per sistemarlo in una struttura di accoglienza per minori. Le autorità consolari tunisine, informate dell’accaduto, stanno attualmente verificando di concerto con le autorità italiane la possibilità di riunire il gruppo familiare.

Annunci

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.