Biancavilla, il sindaco Bonanno chiede più acqua all’Acoset: 5 l/s in più da giugno a settembre

A Biancavilla serve più acqua da giugno a settembre: il nuovo sindaco di Biancavilla Antonio Bonanno è già al lavoro per affrontare una cronica emergenza, la carenza di acqua in tutto il paese. Con una richiesta ufficiale inviata all’Acoset, Bonanno chiede in pratica alla società che gestisce il servizio idrico di aprire ancora di più – da giugno a settembre – il proprio rubinetto per l’approvvigionamento di tutto il territorio biancavillese. All’Acoset si chiede di fornire ulteriori 5 litri al secondo per far fronte ai problemi legati alla stagionalità. A Biancavilla la distribuzione dell’acqua è “storicamente” regolata da una turnazione a giorni alterni. Le vasche-serbatoio in ogni abitazione della città sono, per i biancavillesi, una dotazione naturale.
D’estate le abitazioni della parte alta e la zona ovest, ricca anche di insediamenti commerciali, soffrono davvero la carenza d’acqua. Nei quattro mesi di alta criticità, il sindaco Bonanno chiede di aumentare l’erogazione.  
Annunci

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.