Catania, dimesso dal Pronto soccorso dell’OVE muore subito dopo: esposto ai magistrati

Va al pronto soccorso in preda a dolori addominali lancinanti e una forte emorragia, ma lo rimandano a casa e dopo alcune ore muore.
E’ successo a Catania. I familiari dell’uomo, adesso assistiti dall’avvocato Carmelo Sardella, dirigente dell’Ufficio legale del Codacons Sicilia, hanno presentato un esposto alla magistratura chiedendo di fare chiarezza sul decesso del familiare, avvenuto nelle scorse settimane al Pronto Soccorso dell’Azienda ospedaliera “Vittorio Emanuele”. L’uomo, a seguito di dolori addominali e di una forte emorragia, si è recato al pronto soccorso dell’Azienda ospedaliera “Vittorio Emanuele” di Catania, dove è stato soccorso con codice giallo per una rettorragia. Tuttavia, dopo diverse scariche di rettoragia anche durante la notte ed il giorno seguente, è stato dimesso. Dopo essere rientrato a casa, l’uomo, che continuava ad avere forti dolori addominali e problemi respiratori, è tornato al pronto soccorso in ambulanza. E’ giunto in arresto respiratorio, con codice rosso. Dopo alcune ore il settantottenne catanese, dopo disperati tentativi di rianimazione, è morto. Il Codacons ha quindi deciso di presentare un esposto alla procura di Catania.
Advertisements

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.