Sondaggi elettorali, alla Camera Centrodestra avanti ma senza maggioranza

E i sondaggi, cosa dicono i sondaggi? Sommersi da un profluvio di dichiarazioni ottimistiche pronunciate da tutti i leader di partito (sorridenti, per ragioni di necessità, quanto e più della Hunziker al Festival di Sanremo) conviene dare un’occhiata ai numeri e alle percentuali rilevati dalle società demoscopiche.
Nell’ultimo barometro politico diDemopolis sul voto che riguarda la Camera dei Deputati, rilevazione fatta per la trasmissione Otto e mezzo, il Movimento 5 Stelle registra una lieve flessione – rispetto ad un sondaggio di fine gennaio che lo dava attestato al 30% – ma resta il primo partito italiano. Quasi sei punti percentuali in meno registra il Pd, con il 22,8%. Forza Italia è al 16,3%, di poco inferiore la Lega di Salvini con il 14. LeU al 5,8%, Fratelli d’Italia4,7. Gli altri, a partire dalla “quarta gamba” di Cesa e Fitto, al momento sono sotto il 3%.
Nel sondaggio spicca la forza aggregante del Centrodestrache avrebbe il 37,2% (Forza Italia, Lega, FdI, Noi con l’Italia) ma che non si aggiudicherebbe la maggioranza assoluta – a quota 40% – di 316 seggi a Montecitorio.
Il Centrosinistra, mettendo insieme il Pd, Civica Popolare e +Europa e Insieme vale il 27,5%.
Nemmeno aggiungendo il 5,8% dei rivali di sinistra guidati da Pietro Grasso riesce a superare il dato del Centrodestra.
Ovviamente il dato del M5S è “solitario”, non addizionabile a nessun altro partito. La ‘fotografia’ dei risultati probabili dà al momento ragione ai teorici del “Grande Pareggio” secondo cui uno sbocco inevitabile sarebbe un governo “Renzusconi”.
Advertisements

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.